il 14 dicembre il Dipartimento per le Politiche Giovanili e Servizio Civile Universale (DPGSCU) ha pubblicato il bando per le selezioni di 56.205 operatori volontari da impiegare in progetti afferenti a programmi di intervento di Servizio Civile Universale da realizzarsi in Italia e all’estero, nonché a programmi di intervento specifici per la sperimentazione del “Servizio civile digitale”.

Il candidato deve essere in possesso, alla data di presentazione della domanda, dei seguenti n.3 requisiti:
1. cittadinanza italiana, europea, oppure di un Paese extra UE purché regolarmente soggiornante
inItalia
2. età compresa tra i 18 e i 28 anni alla data di presentazione delladomanda
3. non aver riportato condanna, anche non definitiva, alla pena della reclusione superiore ad un anno per delitto non colposo oppure ad una pena, anche di entità inferiore, per un delitto contro la persona o concernente detenzione, uso, porto, trasporto, importazione o esportazione illecita di armi o materie esplodenti, oppure per delitti riguardanti l’appartenenza o il favoreggiamento a gruppi eversivi, terroristici o di criminalità organizzata

Gli aspiranti volontari possono presentare domanda di partecipazione esclusivamente attraverso la piattaforma DOL (Domanda On Line), lo strumento informatico predisposto dal Dipartimento per le Politiche Giovanili e il Servizio Civile Universale raggiungibile tramite PC, tablet e smartphone all’indirizzo https://domandaonline.serviziocivile.it
La domanda di partecipazione deve essere presentata dal candidato esclusivamente in modalità online entro e non oltre le ore 14:00 del 26 gennaio 2022, oltre tale termine il sistema non consentirà la presentazione della domanda.
E’ importante sapere che in caso di errata compilazione, è consentito annullare la propria domanda e presentarne una nuova fino alle ore 14:00 del giorno 25 gennaio 2022, giorno precedente a quello di scadenza del presente bando. Si precisa che le domande trasmesse con modalità diverse non potranno essere prese in considerazione (art. 4 del bando).

Si rammenta che, come previsto dagli articolo 6 del bando, i candidati possono presentare una sola domanda di partecipazione, per un unico progetto ed un’unica sede, da scegliere tra quelli riportati nella piattaforma DOL.
Appare utile evidenziare che in considerazione degli scenari assai incerti di evoluzionedell’emergenza epidemiologica da COVID-19, ancora in atto, non si escludeche i progetti, in fase di attuazione, possano essere soggetti a rimodulazioni temporanee, sia con riferimento alle modalità operative (privilegiando adesempio le modalità da remoto per la formazione e per lo stesso servizio), sia, laddove la situazione lo rendesse necessario, attraverso una modifica degli obiettivi o delle sedi progettuali originarie. L’operatore volontario sarà chiamato ad esprimere il proprio consenso alla prosecuzione del progetto così come rimodulato.)

Per raggiungere la piattaforma DOL (Domanda On Line) è possibile collegarsi al link
https://domandaonline.serviziocivile.it.
Per accedere alla piattaforma DOL, compilare e presentare la domanda è necessario che i candidati siano in possesso delle credenziali SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale) oppure di quelle fornite dal Dipartimento.
Il giorno successivo alla presentazione della domanda il Sistema di protocollo del Dipartimento invierà al candidato, tramite posta elettronica, la ricevuta di attestazione della presentazione con il numero di protocollo, la data e l’orario di presentazione della domanda. Si fa inoltre presente che in allegato a questa comunicazione e sul sito internet di Amesci è disponibile la “Guida per la compilazione e la presentazione della Domanda On Line con la piattaforma DOL”.

Scarica il Bando